Archivio tag: Satana

La Bibbia di Satana (14 settembre 2018)

14 settembre 2018

 

Non esiste. No, non c’è una Bibbia di Satana, ma sarebbe oltremodo vantaggioso se esistesse. Un credente sarebbe forse più interessato a consultare la “volontà” di Satana che quella di Dio!

Sì, perché conoscendo ciò che il demonio desidera sarebbe in grado di aggirare il facile ostacolo, evitando le insidie del maligno, senza neppure una prudente cautela. Conoscendo la volontà di Satana, basterebbe “non fare” ciò che dice lui, per essere automaticamente dalla parte di Dio.

Non esiste infatti un terreno neutrale, una zona di parcheggio posta tra le due attrazioni (Giacomo 4:4; Matteo 6:24). Se si fa la volontà di Uno, automaticamente si è certi di non fare quella dell’altro. Se non si fa la volontà di Uno, automaticamente si sta facendo quella dell’altro.

Sarebbe comodo poter disporre della “rivelazione” di Satana anche perché potremmo operare un’analisi di confronto che faciliterebbe una comprensione e una scelta non più esitanti, ma precise e decise. L’apocalisse di Satana riuscirebbe forse più effettiva o meno efficace. Pensate un po’ all’importanza di una conoscenza della “Parola di Satana”, laddove venisse detto – ad esempio – che “chi non è stato battezzato sarò condannato”! Oppure se uno è nato di nuovo, non entrerà nel regno di Satana! Non c’è la Bibbia di Satana, ma c’è la Bibbia di Dio! Non occorre conoscere la volontà del demonio, per essere condannati, quando invece abbiamo a portata di mano la volontà di Dio per essere salvati.

La rivelazione della disubbidienza non starà mai alla pari con la rivelazione dell’ubbidienza. Del resto, la Bibbia di Satana tutt’al più direbbe di non fare quelle cose che Dio ha detto di fare, oppure di fare quelle cose che Dio ha detto di non fare, o di dare importanza di rivelazione alle cose che Dio non ha rivelate. È insomma abbastanza facile prevedere ciò che il nemico di Dio vorrebbe: esattamente l’opposto di quello che vuole Dio!

Dio vuole che la comune adunanza non venga disertata, mentre Satana direbbe di andare a pesca o a caccia, oppure di dormire, di “mangiare e bere” perché domani …

Dio vuole che la chiesa insegni tutte le cose che Gesù ha ordinate, mentre Satana direbbe che non ha importanza, questo concetto, o almeno non è completo, perché le cose che Dio non ha vietate sono implicitamente consentite.

Dio vuole che si cerchi “prima il Regno” e la giustizia. Satana suggerirebbe che “prima” si deve pensare al domani, alla casa, al lavoro, alla sistemazione, alla propria salute, alla famiglia, all’educazione, al piacere, alla carriera, alla popolarità … poi al Signore!

Dio vuole che i Suoi figliuoli provino gli spiriti per vedere se sono da Dio; Satana direbbe che non serve, che tutti sono buoni, bravi, devoti, onesti, e che, alla fin fine, tutta la faccenda si chiuderà con un’immensa abbracciata e tutti godranno in eterno!

Dio vuole che la gente cambi radicalmente per adattarsi alla Verità; Satana vuole che la Verità e si adatti alla gente e segua l’andazzo del tempo.

E così la chiesa del Signore, non basandosi più sulla Parola divina, verrebbe a trovarsi – senza accorgersene – in una posizione nuova: una sinagoga di Satana (Apocalisse 2:9).

Alessandro Corazza [1926-2017] (1978)

 

Solo due chiese

23 febbraio 2016

 

Ai cristiani viene spesso richiesto di chiarire “quante chiese” ci siano oggi nel mondo. C’è chi risponde trecento, chi settecento, chi trentamila. Sarebbe del resto impossibile conteggiare tutti i movimenti esistenti nei cinque continenti che in un modo o nell’altro si rifanno al Cristianesimo. In fondo, si tratterebbe soltanto di appagare una curiosità statistica. E se a quella domanda rispondessimo che ci sono solo due chiese, quella del Signore e quella di Satana? Ciascuno di noi è convinto di far parte della Chiesa vera, buona e in piena rispondenza con la volontà divina. Non sarebbe neppure concepibile che uno continuasse a restare in una chiesa “falsa”, quando ne fosse ovviamente persuaso! Eppure potremmo far parte del Regno di Satana, anche nostro malgrado o anche a nostra insaputa. Quello che è certo è che il Signore non necessariamente riconoscerà come Sua qualunque chiesa che porti il Suo nome. Lo ha detto chiaramente («Non chiunque mi dice ‘Signore’… »: Matteo 7:21) ed è anche giusto che almeno a Lui si riconosca il buon diritto di autenticare quelle persone e quelle comunità che si prodigano per appartenerGli e servirLo con vera umiltà.

Per essere Chiesa di Cristo non è sufficiente figurare sulle Pagine Gialle oppure esporre una targa fuori di un locale di culto. Né la patente di agibilità si può ottenere dalle autorità umane poiché l’esame di idoneità una chiesa lo deve affrontare con il Signore e non con la pubblica opinione.

Per essere Chiesa di Cristo non occorrono sostanziosi patrimoni né speciali concessioni. Chiesa di Cristo è un insieme di convertiti decisi a lasciarsi guidare da Lui e dalla Sua Parola, con vera umiltà e genuino desiderio di affidamento. Senza grandi ambizioni, se non di giungere alla mèta agognata; senza tante storie e tante discussioni, confidando nella presenza trainante del Signore e nell’orientamento sicuro delle Scritture. Cercando, in esse Scritture, ciò che il Signore dice e rispettando solennemente il silenzio divino, che non va ritenuto permissivo e consenziente a ogni nostra invenzione, bensì limitativo della rivelazione stessa.

È Chiesa di Cristo quella che cerca di piacere a Lui, non già agli uomini. Essa è ben ubicata nella Parola, rintracciabile e ripetibile in modo perfetto. Non è il risultato di baratti, di fusioni, di unificazioni o di riforme. Non richiede consistenti maggioranze né scatta in vita al raggiungimento di quorum ben quantizzati.

La chiesa di Satana non ha schemi, non modelli, non presenta caratteristiche distintive di identificazione; però esiste, ed è forte, diffusa, spontanea nella riproduzione quanto imprevedibile nell’adattamento. Quelli che ne fanno parte non lo sanno, e ignorano che sono proprio loro che la fanno ricca e numerosa, organizzata nella sua confusione, che la finanziano e la propagandano in mille modi, con tante parole e tanti fatti!

La via che porta alla chiesa di Satana è larga e son molti quelli che la percorrono. Sono pochi invece quelli che “trovano” la via della Chiesa del Signore, ma lo smarrimento, a differenza di come accade di solito, sta con la massa, cieca e colpevole!

Alessandro Corazza (1977)